Muretto

murettoE’ passato un po’ di tempo dall’ultimo post. A dire il vero qui passano i mesi senza che uno se ne renda conto. E’ il veloce scorrere del tempo. Io lo chiamo così. E la cosa brutta è che non lo possiamo controllare. A me piacerebbe rallentarlo un po’, tanto per gustarmi un po’ i bei momenti. Invece non è possibile.

E noi allora cerchiamo di vivere nel megliore dei modi occupando il tempo che ci viene dato. Giusto?

Oggi ho letto un’nteressante intervista a un fotgrafo che scatta delle fotografie meravilgiose utilizzando solo il suo iphone. Sosteneva infatti che la migliore macchina fotografica è quella che è sempre con te. Effettivamente alcune delle mie foto migliori pensandoci le ho scattate con l’iPhone… Lui però è proprio bravissimo e vi lascio il link all’intervista se volete fare un salto e darci un’occhita… merita.

Bene, non ho altro da dire per il momento…

Ciao.

Una passione…

fiorigrassiIo e mio papà siamo appassionati di fiori e piante in genere. Ci piace trafficare con terra e radici e anche se non abbiamo un grosso giardino ce la caviamo con vasi e vasettini. Una passione insomma. A me le piante piacciono tutte, indistintamente e se fosse per me la mia casa sarebbe una vera e propria serra con piante tropicali ecc ecc. A mio papà invece piacciono le piante grasse. Ha una grossa scansia a tre piani piena di vasi. Durante l’inverno la porta al riparo dal gelo in garages, mentre durante l’estate la porta all’esterno dove può godere dei raggi del sole. Mio papà è molto premuroso nei confronti dei sui cactus. Li cura insomma, come se fossero dei figli. E tutti gli anni le fioriture sono eccezionali!!! (quest’anno non sono ancora fiorite, ma quasi ci siamo. Vi mostrerò le foto.)

La piantina che vedete qui a fianco, è stata acquistata l’anno scorso e dimenticata sul balcone al freddo e al gelo. Qualche giorno fa m’è scappato l’occhio e ho notato che era fiorita! E che fiori! Incredibile. Mio papà m’ha detto che si era proprio scordato di questa pianta. E mi ha anche detto che le piante grasse per fiorire necessitano di un periodo alle basse temperature. Sarà stato forse questo?

Secondo me se mio papà dovesse paintare un manico del badile, fiorirebbe pure quello. NON HO DUBBI IN MERITO.

Adesso aspettiamo la fioritura di tutte le altre.

Mamma che caldo! Come vorrei fare un tuffo in piscina!

Splufff!

 

 

 

Rimembranze…

Sulla strada per Siena (da Montescudaio)
Sulla strada per Siena (da Montescudaio)

Quando finiscono le vacanze è sempre un po’ una tragedia: si vorrebbe che continuassero in eterno! Cosa non possibile. Però io ho un sistema per tenerle vive nella mia mente e nel mio cuore: scattare più fotografie possibile per poi riguardale quando sono a casa tutte le volte che voglio e così ricordare i bei giorni andati.

E così sto facendo in questi giorni… La foto che vedete qui a lato per eempio è stata scattata sulla strada che da Montescudaio porta a Siena in una slendida giornata di sole (con un po’ di nuovole!). Quel giorno, ricordo, ci siamo svegliati senza sapere cosa avremmo fatto di quella giornata, poi mentre facevamo colazione l’idea di andare a Siena per visitare la città. E così abbiamo fatto.

La gita è stata davvero bella e divertente: la strada per arrivare a Siena  altrettanto, visto che ci ha regalato dei paesaggi mozzafiato.

Ah che bei momenti…

Invece adesso sono qui tappato in casa col condizionatore a manetta, sperando invano che piova e rinfreschi!!! Sogno invano credo, viste la previsioni dei prossimi giorni…

Va be’ se il caldo non lo fa adesso che è il suo momento quando dovrebbe farlo? quest’inverno?

Nei prossimi giorni pubblicherò altre foto della mia vacanza, quindi state sintonizzati…

Ok, per il momento è tutto… A presto.

Sono tornato!

Pisa, Siena, Volterrra e Montescudaio! Una settimana di vacanza in questi luoghi meravigliosi (e non esagero! Vedrete le foto che posterò!) è stata sufficiente per dimenticarsi per attimo della vita frenetica di tutti i giorni. Se poi si pensa che la mia vacanza lo passata alloggiando in una casa sull’albero, be’ è tutto detto! Una meraviglia! Siamo stati davvero molto ben. Vi dico il posto dove sono stato?  Si mi sembra il minimo (merita veramente!). Ebbene sono stato all’agrituristo la Prugnola. Un luogo immerso nel verde a Montescudaio in provincia di Pisa, dove gli unici rumori sono i canti degli uccelli e i canti delle cicale. Li, oltre a 6 yurta c’è anche la casa sull’albero costruita su una grossa quercia. Dal terrazzino della casa si godeva un un paesaggio mozzafiato e i tramonti erano davvero suggestivi. E’ stata davvero una settimana rilassante durante la quale abbiamo fatto tutto ciò che volevamo fare: abbiamo visitato le città che da tanto tempo volevamo visitare e abbiamo fatto anche qualche giorno di mare alla Bau Beach con le nostre cagnoline.

Questo è un post al volo, ma vi prometto che appena ho un attimo di tempo posterò qualche foto.

Avete visto che è arrivato il caldo? Per fortuna! Non ero predisposto ad affrontare un altra estate piovosa come quella dell’anno scorso… meglio il caldo! Al limite esistono le piscine…

OK, per il momento è tutto. Vi saluto. A presto.

 

 

Pappagallini costruttori!

 Al parco delle Cornelle dove come sapete sono recentemente stato per una gita ci sono i pappagallini liberi di svolazzare nel parco! Quella che vedete nella foto è una delle loro casette che si sono auto costruiti per nidificare… A guardarle dal basso fanno davvero inpressione perché sono attaccate al tronco e non si sa come facciano a stare su visto le notevoli dimensioni… Purtroppo quel giorno avevo la reflex scarica (sfiga del fotografo!) e mi sono dovuto accontentare dello zoom della mia compatta (che per fortuna porto sempre con me!) per scattare questa foto. Si vede un pappagallino in arterraggio nel nido e un altro fare capolino dall’ingresso.

Mi sono chiesto come mai non se ne vanno. Potrebbero benissimo scappare ma rimangono e addirittura si sono fatti dei nidi giganteschi! Forse rimangono perché il cibo non manca…

Vi comunico che per una settimana sarò assente: SARÒ IN VACANZA! Speriamo che faccia bel tempo. Vorrei tornare un po’ abbronzato.

Ok adesso vi saluto… A presto…

Blue!

Fenicotteri

I fenicotteri del parco Le Cornelle di Bergamo. Davvero un bello spettacolo!
I fenicotteri del parco Le Cornelle di Bergamo. Davvero un bello spettacolo!

Al parco delle Cornelle di Bergamo c’è una grande colonia di fenicotteri. Vederli dormire stando in equilibrio solo su una zampa è davvero impressionante: chissà come fanno a non cadere! Questo è uno dei tanti misteri della natura, credo.

Domenica pomeriggio sono stato in piscina: faceva un caldo infernale e così abbiamo deciso di fare una capatina in piscina. Ebbene una volta li, dopo dieci minuti, mi sono resoconto di essere un anticonformista! Per due motivi…

Motivo 1)

Quattro persone su cinque avevano un tatuaggio! Io di tatuaggi non ne ho per due motivi: 1) mi stufo praticamente subito di tutto quanto e quindi figuriamoci di un tautaggio che non si può più togliere, 2) quando penso alla mia pelle invecchiata (a 60 o che anni!) con disegnato un tautaggio scolorito dal tempo e rabbrividisco! Anzi mi viene quasi la nausea! No decisamente non sono un tipo da tatuaggi io… Se mai me ne farò uno sarà sicuramente per un colpo di testa o per incoscenza momentanea!

Motivo 2)

Quattro persone su cinque avevano un fisico statuario! Io mi ritrovo a 44 anni ad essere praticamente completamente fuori forma (se inizio a correre mi fermo dopo mezzo metro senza fiato!), con dei pettorali cadenti (secondo me sono pieni di grasso!) e una pancetta prominente. Insomma faccio un po’ pena! E mi sono sentito un po’ fuori posto in mezzo a tutti sto pettorali e addominali scolpiti. Ma credo che a questo ci sia un rimedio. Tapis Roulant tutti i giorni (sarà dura ma sento che con un po’ di impegno ce la posso fare!) e flessioni e addominali tutti i giorni! Scommettiamo che torno in forma anche io?

OK, per oggi ho finito di tediarvi con le mie menate… quindi vi saluto e vi auguro una buona serata.

A presto!

 

E’ arrivata l’estate…

Il fiiore di una pianta grassa (non so di che pianta si tratta!) davvero enorme...
Il fiiore di una pianta grassa (non so di che pianta si tratta!) davvero enorme…

E’ arrivata davvero l’estate. Diciamo che era ora. Mentre vi scrivo sono tappato in casa col condizionatore acceso (e sono solo le 10.45 del mattino!) perché stavo sudando come una fonatana (la fontana di Trevi confronto a me non è nulla!) e quindi mi sono ridotto ad accenderlo… Ora sto un po’ meglio, per fortuna… Certo non è nemmeno bello stare tappati in casa con la bella stagione! Stiamo già tappati in casa per tutto inverno che è davvero un peccato non aprire le finestre! Purtroppo ho il problema che non sopporto il caldo. Sopportazione uguale a zero. Va be’ domani andrò in piscina a fare un paio di tuffi nell’acqua gelida.

Cambiamo discorso. In questi giorni sono stato con i miei nipoti a fare un’escursione al Parco dello Strone li ho trovato questo fiore davvero spettacolare! A dire il vero non è un granchè bello, ammettiamolo, ma era decisamente gigante ed ha attirato la mia attenzione per questo. Non so di che fiore si tratta (se qualcuno lo sa me lo può dire ?) ma è davvero spettacolare.

I mie nipoti si sono divertiti un mondo anche perché invece di seguire la strada principale (diciamo la strada facile) m’è venuto in mente di percorrere una strada che si snodava nel bosco parallela a quella ufficiale. Tutto bene per un po’, poi siamo stati costretti a fare dietro front perché sulla strada c’erano dei tronchi e dei rami che intralciavano il cammino.

Uno pensa che sotto le piante all’ombra, ci sia bel fresco… Invece faceva un caldo tremendo! Ci saranno stati 5 gradi in più rispetto alla temperatura normale. E poi era estremamente afoso!

A parte quest’ultimo dettaglio, è stata una bella gitarella che i bambini hanno apprezzato e questo alla fine era l’importante.

Ok, per il momento è tutto. Vi saluto e vi auguro una buona estate!

A presto!

 

Passiflora…

Il fiore della passiflora è davvero molto appariscente e bello!
Il fiore della passiflora è davvero molto appariscente e bello!

Camminando per una strada di montagna mi sono imbattuto in una passiflora completamente fiorita… così ne ho approfittato per scattare una bella foto… Bella vero? E’ un fiore davvero molto appariscente ed elaborato. Mi piace scattare fotografie ai fiori. Sono anche attrezzato con un obiettivo 60 mm per fare le macro. Il problema però è che quando voglio fare le macro io in genere c’è quel vento stupido che mette in movimento le foglie quel tanto che se scatti la foto esce mossa. Insomma la mia attrezzatura per macro l’avrò usata si e no due volte purtroppo…

Speriamo in tempi migliori…

La foto che vedete qui a fianco è stata scattata col mio iphone (compagno di mille avventure!). Rende lo stesso l’idea non credete?

Mi ritrovo spesso ad usare il cellulare per scattare le foto, perché non sempre ho con me la reflex che è alla fine ingombrante. E credo che più andiamo avanti più i cellulari avranno delle fotocamere non dico da eguagliare le reflex ma da arrivarci vicino sicuramente.

Staremo a vedere.

Per il momento ci accontentiamo di ciò che abbiamo, poi si vedrà.

Ora vi saluto che devo andare a cena… a presto!

Un cambio repentino di visuale!

Un fiore tropicale di cui non conosco il nome! Eccomi di nuovo qui! Come avrete notato è cambiata la grafica del sito: ero un po’ stufo e così ho deciso di darci un taglio e così ho cambiato. Se poi mi annoierò sarò sempre in tempo a fare marcia indietro… Spero che la nuova grafica sia di vostro gradimento.

Vi starete chiedendo di che tipo di fiore si tratta… La foto non gli rende giustizia perché non ci sono riferimenti per fare un confronto delle dimensioni. Era davvero enorme e l’ho trovato in una serra tropicale al parco delle Cornelle in provincia di Bergamo durante una recente gita. Si tratta di un fiore tropicale. Il nome non lo so purtroppo. Ma la foto parla chiaro, non credete?

In questi giorni sto leggendo un libro che mi tiene incollato alle pagine come una calamita: si tratta di Virals di Kathy Reichs. E’ un libro di fantascienza, il mio genere preferito. Davvero molto scorrevole e intrigante. L’ho iniziato da poco ma promette davvero molto bene. Vi saprò dire… E a voi cosa piace leggere? Qual’è il vostro genere preferito? Sono curioso: fatemelo sapere lasciando un commento oppure scrivendomi clikkando qui.

Che altro dire?

Ah si… come avrete notato è stata aggiunta una nuova pagina: la pagina della privacy policy e dei cookies. Dateci una lettura…

OK, per il momento è tutto… ci rivediamo presto… Ciao.

Eccomi di nuovo qua!

Ciao! Son tornato!

E’ passato un bel po di tempo dal mio ultimo post. In effetti il tempo è volato anche perché mi sono successe davvero tante cose… Non sto qui a tediarvi con le mie menate. Questo è un semplice post per dirvi che ci sono e che sono sano e salvo.

Ho intenzione di essere un po’ più attivo d’ora in avanti, quindi passate a trovarmi più spesso…

Ho alcune novità.

Innanzitutto sono felice perché in questi giorni è uscito il nuovo disco di Eros Ramazzotti il mio cantante preferito (fin dalle elementari!) ho tutti i suoi dischi: questo poteva mancare? No ovviamente. L’ho già ascoltato un paio di volte e devo ammettere che promette bene. Al primo ascolto non piace un granché ma dalla terza volta in poi tutto cambia. Ci sono alcune canzoni davvero molto belle. La mia preferita almeno per il momento è Vivi e Vai. Proprio una bella canzone in stile Eros… Se lo volete acquistare vi lascio il link al negozio di amazon: Perfetto.

Il secondo grande evento che ha caratterizzato la mia vita degli ultimi giorni è stato l’acquisto di un Mac! Il mio Mac Book Air è davvero una scheggia e non mi stancherei mai di usarlo… Grazie mogliettina per il regalo… Molto gradito direi, se pensate che desidero un Mac da quando andavo alle elementari ma che non ho mai avuto il coraggio di fare il passo e di comprarlo… Questo è veramente un evento!!!!

Ok. Ho detto tutto credo…

Vi auguro un bel week end con la speranza che non piova.

A presto!